Sial Parigi 2016

Sial Parigi 2016

Sial Paris

Il Consorzio partecipa anche quest'anno al Sial Parigi, importante kermesse agroalimentare a livello mondiale. Otto produttori di Caciocavallo Silano DOP hanno deciso di unirsi e partire alla volta della capitale transalpina.

Al Salone Internazionale dell’Alimentazione di Parigi, l’Associazione Formaggi Italiani DOP ha proposto un ricco calendario di appuntamenti tra degustazioni e talks

Raccontare le valenze gastronomiche di sei dei prodotti caseari nazionali più apprezzati nel mondo, a dimostrazione di quanto “qualità”, “tradizione” ma anche “innovazione” siano sempre sinonimi di Made in Italy: è con questo obiettivo che AFIDOP – l’Associazione che riunisce i Consorzi di tutela dei formaggi italiani a denominazione di origine protetta – si presenta a Sial Paris.
Caciocavallo Silano, Gorgonzola, Grana Padano, Mozzarella di Bufala, Parmigiano Reggiano e Pecorino Romano sono protagonisti, dal 16 al 20 ottobre presso lo spazio espositivo AFIDOP, di una narrazione a più voci, capace di descrivere le proprietà che rendono ciascun formaggio inimitabile, perché frutto di una qualità superiore nella selezione delle materie prime e dell’impiego di un metodo artigianale unico.
AFIDOP vuole inoltre esaltare la versatilità dei sei formaggi italiani proponendo al pubblico del Salone nuove e gustose modalità di utilizzo, con un incontro speciale tra alfieri del Made in Italy. Ecco perché, dal 16 al 19 ottobre, lo stand dell’Associazione apre le proprie porte al maestro pizzaiolo Franco Pepe e alla sua brigata.
Creatività, esperienza, tecnica, ma anche e soprattutto golosità: sono queste le parole chiave alla base dell’esperimento culinario, pronto a deliziare il palato del pubblico.
Franco Pepe interpreta i sei formaggi in maniera nuova e sorprendente. Per AFIDOP a Sial, ha ideato: Margherita Sbagliata (protagonista la Mozzarella di Bufala), Pinsa (Pecorino Romano), Sfizio di Pomodoro (Grana Padano 24 mesi), Mare e Monti (Gorgonzola), Riccio Nero (Caciocavallo Silano), e un nuovo esperimento (con Parmigiano Reggiano). La degustazione sarà resa ancora più effervescente con l’accompagnamento delle famose bollicine di Franciacorta, Bellavista.
Per riuscire a comunicare in maniera autorevole ma coinvolgente l’eccellenza dei sei formaggi, accanto alle degustazioni presso i banchi d’assaggio, l’Associazione coinvolge nel proprio racconto corale giornalisti e figure di spicco del mondo gastronomico: il 16, 17 e 18 ottobre, alle 11.00, tre esperti food si confrontano su un tema specifico con gli ospiti dello stand.

Il 16 ottobre, in occasione dell’inaugurazione di SIAL, Maria Canabal – presidente di PARABERE Forum (il primo forum gastronomico tutto al femminile) – si interroga su “Il percepito dei formaggi italiani in Francia e nel mondo”.

Il 17 ottobre, Sophie Djeral, giornalista di Vogue e Madame Figaro, spiega perché “Il formaggio italiano è chic”.

Il 18 ottobre, infine, Meri Mura, food blogger e lifestyle conoisseur illustra “Le peculiarità gastronomiche dei formaggi italiani in relazione al territorio di origine”.

Un calendario di appuntamenti dall’alto tasso di innovazione, autorevolezza ma soprattutto golosità, per continuare il dialogo d’eccellenza gastronomica tra l’Italia casearia e il resto del mondo. 

Su Afidop: AFIDOP – Associazione Formaggi Italiani DOP e IGP – raggruppa i principali Consorzi di tutela dei formaggi a denominazione di origine protetta. La maggior parte di questi Consorzi è stata costituita in tempi diversi – alcuni dei quali nati oltre ottant’anni fa – a tutela delle caratteristiche fondamentali di questi preziosi prodotti, le cui caratteristiche sono quindi strettamente legate al territorio di origine. I Consorzi salvaguardano la tipicità e l’uso della denominazione dei prodotti, promuovono la loro conoscenza, ne tutelano la produzione attraverso la vigilanza e le verifiche della qualità. I 26 Consorzi associati ad AFIDOP coprono il 99,7% della produzione italiana di formaggi DOP. Praticamente tutte le Regioni, le tradizioni e le tipologie di formaggi si ritrovano in AFIDOP: dai formaggi freschi a quelli stagionati, dai formaggi a pasta cruda a quelli a pasta semicotta o cotta o filata, dai formaggi vaccini a quelli prodotti con latte di pecora, di bufala e di capra. Dalle grandi produzioni che superano il milione di quintali a quelli che non superano le poche centinaia. Un panorama vastissimo, quindi, e largamente rappresentativo, in grado di portare nel mondo un messaggio di qualità che non ha pari.

Su Franco Pepe: è un artigiano moderno con l’antica passione per la pizza. La sua competenza si fonda sull’esperienza di tre generazioni di maestri panificatori ed è andata sviluppandosi negli anni, arricchita dalla passione e dalla dedizione per l’impasto che ha reso celebre Franco e che ha reso Caiazzo (Ce) un punto di riferimento internazionale per gli amanti dell’italiana più famosa del mondo. Il lavoro di Franco è orientato in tre direzioni. La prima e più evidente è la casa che accoglie Pepe in Grani, un ristorante a tutti gli affetti con alcune camere, una locanda. La seconda è di non aprire a pranzo perché i ritmi delle lievitazioni, soprattutto se rapportati ai numeri delle pizze servite (circa 500 a turno), risulterebbero impraticabili. Infine l'idratazione dei suoi impasti a mano, che li trasforma in nuvole di leggerezza, senza perdere gusti e sapori.

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30