FASI DELLA PRODUZIONE DEL CACIOCAVALLO SILANO DOP: LA FILATURA

FASI DELLA PRODUZIONE DEL CACIOCAVALLO SILANO DOP: LA FILATURA

Dopo una perfetta maturazione, in cui la pasta ha raggiunto il giusto grado di acidificazione e una consistenza eccellente, il Caciocavallo Silano DOP deve passare per la fase di Filatura.

Seguendo l’antico sapere e rigorosamente a mano, il casaro immerge la pasta, ormai matura al punto giusto, in acqua bollente e prepara un Cordone capace di estendersi sia in lunghezza (può arrivare anche a più di un metro), sia in larghezza. Il cordone viene tirato e ripiegato con energia fino a donare alla pasta la giusta consistenza.
Questo procedimento riesce a modificare la struttura fisica della caseina e di conseguenza tutti gli aspetti sensoriali, sia visivi che tattili. Solo così avremo quel caciocavallo Silano DOP buonissimo non solo da consumare in purezza, ma anche come ingrediente di altri cibi.
Un processo importante e delicato che i casari portano avanti con passione e dedizione, la cui buona riuscita dipende fortemente dall’esperienza umana. Quella esperienza che il consorzio tutela e garantisce con attenzione e che dona al Caciocavallo Silano DOP gusto e aroma inimitabili.

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31